Stampa questa pagina

Contrario agli sgomberi. Centri sociali e associazioni presidi culturali e sociali importanti per la città

Contrario agli sgomberi. Centri sociali e associazioni presidi culturali e sociali importanti per la città

(24/03/2015) - Sono contrario agli sgomberi. In Campidoglio abbiamo aperto un’altra strada, attraverso un Tavolo sugli spazi in concessione a centri sociali, associazioni e realtà che si occupano di cultura o cinema. Abbiamo avviato con i loro rappresentanti una riflessione perché Roma non può rinunciare a presidi culturali e sociali che, soprattutto nelle nostre periferie, rappresentano spesso gli unici spazi di socialità presenti sui territori.

Questi spazi hanno avuto un ruolo importante anche nella costruzione democratica della città, insieme alla politica. In molti di questi centri sono cresciuti attori, musicisti, artisti di livello nazionale. I cittadini in quei luoghi hanno avuto accesso, spesso gratis, a proposte culturali di grandissima qualità. Hanno potuto frequentare corsi e trovare una rete sociale di riferimento, sentendosi meno soli.

Possiamo ignorare tutto ciò? Io non credo. Credo anzi che le esperienze di questo tipo in città siano preziose e vadano difese e valorizzate. Penso sia giusto mantenere vivi quegli spazi cittadini così ben inseriti nei contesti territoriali dove sono presenti, perché i cittadini sui territori li vivono come pezzi importanti di città.